Comune di Cassola

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Comunicato stampa nr. 37 del 3 giugno 2020

100 mila euro per le aziende in difficoltà e nuovi aiuti per le famiglie.

Contributi per affitto e Imu, centri estivi ed Ecobonus: ecco il pacchetto di interventi per la ripresa.

Centomila euro per iniettare liquidità nelle aziende del territorio che più hanno sofferto nei mesi di lockdown, 15 mila euro per aiutare le famiglie in difficoltà e altri 140 mila euro per avviare i centri estivi. Queste le risorse che il Comune di Cassola si appresta a mettere in campo per sostenere i cittadini e le attività economiche nella delicata fase della ripartenza, dopo la crisi sanitaria.

Inoltre, nel consiglio comunale di venerdì (5 giugno) l'esecutivo accantonerà altri 300 mila euro, ossia circa la metà dell'avanzo di gestione, per poter eventualmente finanziare altre forme di aiuto nei prossimi mesi.

IMPRESE

«Intanto metteremo immediatamente a disposizione 100 mila euro – conferma l'assessore al bilancio e ai tributi Elsa Antonia Simonetto –, 70 mila dei quali provengono dall'avanzo. Gli altri 30 mila sono invece stati recuperati dalle pieghe del bilancio». Si tratta di una prima tranche di interventi con cui l'esecutivo intende rispondere in maniera rapida e puntuale alle necessità di quelle attività che hanno subìto il contraccolpo delle restrizioni della fase acuta della crisi sanitaria: laboratori artigianali o piccole realtà industriali, negozi di vicinato costretti a rimanere chiusi, bar e ristoranti, che potranno ottenere contributi a fondo perduto per il pagamento dell'affitto o per altre tipologie di spesa ma anche sgravi sull'Imu. Sarà predisposto un apposito modello di autocertificazione, attraverso il quale gli imprenditori potranno dimostrare di aver avuto un effettivo calo di fatturato e chiedere il contributo. «Sappiamo bene che in questo momento le aziende hanno bisogno di liquidità – sottolinea Simonetto -; per questo cercheremo di rendere assolutamente agile e veloci i procedimenti di richiesta e soprattutto di erogazione».

Per bar e ristoranti è inoltre già possibile fare domanda per l'ampliamento gratuito del plateatico.

TRIBUTI

Con Etra si sta anche valutando l'opportunità di intervenire per calmierare le bollette dei rifiuti e dell'acqua, mentre per quanto riguarda l'Imu il Comune quest'anno ha deciso di non abbassare indiscriminatamente le aliquote ma di sostenere in maniera puntuale, con contributi ad hoc, le aziende più colpite dalla crisi. Inoltre, si darà la facoltà sia ai privati sia alle aziende che certifichino una situazione di difficoltà di spostare al 15 settembre, senza applicazioni di sanzioni o interessi, il pagamento della rata Imu in scadenza a metà giugno.

FAMIGLIE

L'Amministrazione, che già nelle prime settimane di chiusura, aveva azzerato le quote per le rette dei nidi, per le mense e per il trasporto scolastico, continuerà anche nei prossimi mesi a supportare le famiglie più penalizzate dalla crisi mettendo a disposizione un fondo di 15 mila euro da redistribuire sotto forma di contributi una tantum per dare una mano ai nuclei bisognosi a sostenere i costi di bollette, spese alimentari o mediche e affitto. Altri 140 mila euro saranno inoltre impiegati per l'avvio dei centri estivi.

ECOBONUS

Nell'ottica di un rilancio dell'economia locale, l'esecutivo cassolese riproporrà, anche per il 2020, un nuovo bando per l'Ecobonus: un incentivo a fondo perduto che potrà coprire fino al 65 per cento delle spese sostenute dai privati per interventi di riqualificazione della propria abitazione sotto il profilo dell'efficienza energetica (sostituzione di caldaie o infissi, posa di pannelli fotovoltaici o realizzazione di cappotti termici), della sicurezza (posa di inferriate o sistemi d'allarme) e dell'inclusività (eliminazione barriere architettoniche). «Al momento il plafond per l'ecobonus è di 30 mila euro – chiude Simonetto – ma, in base al numero di richieste, ci riserviamo la possibilità di incrementare il fondo facendo ricorso alla parte di avanzo accantonata».

Altre Informazioni

  • Firma: Dott.ssa Caterina Zarpellon - cell: 339 8190105 - e-mail: ufficiostampa@comune.cassola.vi.it

Cerca tra i contenuti

  • DATI COMUNE DI CASSOLA

    Indirizzo: Piazza A. Moro 1 - 36022 - Cassola - (VI)

    Telefono: 0424 530201

    Fax: 0424 533523

    E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

    PEC: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

    Partita Iva: 00244550240

    Codice Fiscale: 82000790244

    Tesoreria Comunale: BANCA INTESA SANPAOLO S.p.A.

    Codice IBAN: IT 98D 03069 60260 100000046002

    Codici per la fatturazione elettronica

    Conto Corrente Postale: 10891364

    Codice catastale: C037

    Codice ISTAT: 024026

  • © Copyright Comune di Cassola 2020

    Aggiornamento a cura del Settore Informatica del Comune